Atlante Linguistico
 
Area di diffusione dell'Istrioto



 
L'area grigia è quella della diffusione storica dell'Istrioto. Come si può vedere corrisponde quasi esattamente all'Ager Romano della città di Pola. Ora ulteriormente ridotto alle cittadine di Rovigno, Dignano, Valle, Fasana e Sissano. Dacchè si deduce che il famoso cuneo croato che avrebbe spezzato l'unità linguistica dell'istriota è pura fantasia: non si spieghrerebbe come questo fantomatico cuneo potesse interrempore l'area istriota di Rovigno con la contermine cittadina di Orsera, visto gli interrotti legami tra le due città marinare dell'Istria.

 



L'area attuale di diffusione esclude la città di Pola che, come detto, andò già nel XIX secolo man mano perdendo l'antica parlata istriota per passare alla più diffusa parlata veneto-istriana e questo per due fattori: la rduzione drastica della popolazione originaria della città a seguito di pestilenze e guerre e successivamente al ripopolamento intensivo da parte di popolazioni provenienti da tutta l'Istria e non. Questa cartina tratta dal sito spagnolo www.proel.org/mundo/italiano.htm dà l'attuale distribuzione di parlanti l'Istrioto anche se, per la diaspora susseguente alla 2° G.M., il numero dei parlanti tale antica lingua si va sempre più riducendosi.
 
 
 
This page and all contents are Copyright ©

 
 
Indietro Cronologia


 
Profilo Linguistico
Piccola Antologia
Annotazioni Linguistiche
Area diffusione Cazite