Primavera
Estate
Autunno
Inverno
Nuove
Risonanze ZEN



Autunno

 
 
 

 
 
Presi tra i rami
Ondeggiano i rimorsi
Nubi leggere.
              

               



Cadono i sogni
Al vento d'autunno
Rosso tramonto.






Tintinna il ghiaccio
In poltrona sorseggio
Wisky e ricordi.





L'aroma ed il tuo
Sorriso mi recano
Un nuovo giorno.






Nel chiuso chiostro
S'innalza un canto antico
Pace nel cuore.






Sogni di cera
Fatalmente al risveglio
Si dileguano.





Ciglia dischiuse
Come nebbia leggera
Notte si posa.






Dita dischiuse
Rovinoso fluire
D'anni fugaci.






L'inquietudine
Si scioglie nella sera
Pigra d'autunno.





Scompiglia allegro
Il vento d'autunno
Vaghi pensieri.






Negli occhi insonni
Traluce un sogno vano
E' già ottobre.






La luna il volto
Sono quelli d'allora
Mutato il cuore.





L'ignota strada
Che porta al suo cuore
Mostrami luna.






Cala la sera
I monti si velano
Nebbia leggera.






Il sonno grava
Sulle stanche palpebre
Veglia ostinata.





Fiori caduchi
Disperde il vento le sue
Vane promesse.






In pace traccio
Piccoli versi, l'ira
E' un ricordo.












This page and all contents are Copyright © 

 
 
Menu Poesie

 
Primavera
Estate
Autunno
Inverno
Nuove
Risonanze ZEN