Poesie 1
Poesie 2
Poesie 3
Lonfate
Nuove&Ritrovate
MENU POESIE
 

 
Parte Seconda

 

                68
                 

                Chiaritate
                 
                 

                Lo straziato rubino dei seni protesi
                Lancia il suo furente richiamo

                L'aria, immota, ne rimane abbagliata.
                 
                 
                 

                69
                 

                Sopito palpito
                 
                 

                Ancora divampa il cieco furore di un sopito palpito

                Alla carne consunta cupi afrori ridesta
                Il lampo improvviso di un'ascella notturna.
                 
                 
                 

                70
                 

                Fuggente riva
                 
                 

                Quando la sera dalla profonda tenebra
                Esala evanescente primavera

                Del sogno all'onda viva cullato giaccio
                Sino ad intravedere d'Itaca la fuggente riva.
                 
                 
                 

                71
                 

                Allusiva eco
                 
                 

                Occhi insonni intenti, specchi voraginosi
                Alle mie inquietudini allusiva eco.
                 
                 
                 

                72
                 

                Occhi neri
                 
                 

                Pallore d'occhi neri
                Accende fonda notte
                Ai miei sopiti sensi.
                 
                 
                 

                73
                 

                In questo giorno
                 
                 

                In questo giorno disfatto dal caldo

                Mentre nella stanza echeggiano
                Brani staccati di conversazione

                Mi perdo nella fonda ala dei tuoi occhi

                Oscurità rabbrividenti in cui dissetare
                L'arsura di questo giorno e di tutta una vita.
                 
                 
                 

                74
                 

                Nitore di falce
                 
                 

                La messe dei sogni ondeggia lieve
                Cullata dall'ansito cupo del notturno oceano.

                All'alba nitore di falce e delle Parche il canto.
                 
                 
                 

                75
                 

                Il corvo
                 
                 

                Ogni giorno viene il corvo

                Le oscure penne ad agitare
                La gracchiante voce ad intonare

                Il nero corvo non me lo levo d'intorno
                Il suo richiamo m'invidia il sole
                 
                Le sue ali un'atra notte.
                 
                 
                 

                76
                 

                Cruda luce
                 
                 

                Lieve sulla muta terra d'ombre volteggia il sogno.
                Prima che cruda luce lo trascolori in ebbre ciance.
                 
                 
                 

                77
                 

                Mattinata
                 
                 

                Bagnato e fragrante in uno scintillio di sole
                Assorbo questa piena di luce.

                Pare quasi rinacere.
                 
                 
                 

                78
                 

                Illividita
                 
                 

                Nell'aria illividita
                Invisibile e non udita

                L'ultima goccia di rugiada stilla.
                 
                 
                 

                79
                 

                In un punto
                 
                 

                L'alba rapida in un punto
                Il mondo tutto e la mia anima trascolora.
                 
                 
                 

                80
                 

                Scale d'oro
                 
                 
                 

                Liquidi, tra le brume iemali
                Filtrano i raggi mattutini

                Ai miei freschi pensieri scale d'oro.
                 
                 
                 

                81
                 

                Novella Danae
                 
                 

                I raggi filtrano liquidi tra le brume iemali.

                Pallido d'amore trattenuto un timido sole
                Bacia la rorida terra addormentata.
                 
                 
                 

                82
                 

                Soltanto io
                 
                 

                E' la stessa luna primaverile
                Il tuo volto ha lo stesso splendore.

                Soltanto io non sono più quello d'allora.
                 
                 
                 

                83
                 

                Ad altri ignota
                 
                 

                Ad altri ignota una stradina
                Che porti al tuo cuore vorrei conoscere

                E poi smarrire la chiave.
                 
                 
                 

                84
                 

                Effimeri
                 
                 

                Hanno fama d'essere effimeri i fiori di ciliegio

                Eppure hanno saputo attendere chi
                Al mattino s'è fermato a guardarli.
                 
                 
                 

                85
                 

                La giostra
                 
                 

                Zucchero filato, bava di lumaca
                Cigola l'eterna giostra scordata

                Ancora pochi giri, ancora pochi giri.
                 
                 
                 

                86
                 

                Notturno orrore
                 
                 

                Notte, orrida notte
                Che striscia per le mura
                Che divora ed inghiotte
                Che avviluppa l'anima smarrita
                Nella sua ombra cupa, infinita.
                 
                 
                 

                87
                 

                Orribilmente solo
                 
                 

                Tutta la vita trafelato, il piccolo uomo
                Le sue fughe fugge, ignaro che alla fine
                Si troverà sempre con sè stesso, orribilmente solo.
                 
                 
                 

                88
                 

                Dolcissima fatina
                 
                 

                La vecchiaia è alle porte
                La morte s'avvicina
                Dolcissima fatina
                Che  mai  sarà  di  me.
                 
                 
                 

                89
                 

                Sorda fuga
                 
                 

                Quarant'anni della mia vita ha involati
                In rapida e sorda fuga il sole ardente.
                 
                 
                 

                90
                 

                Imminente tenebra
                 
                 

                La luna prosegue la sua corsa silente
                Scivola veloce nell'imminente tenebra.
                 
                 
                 

                91
                 

                Indifferenza e noia
                 
                 

                Anche lo spazio assorto della notte
                Banalmente trapasserà.

                Dimane indifferenza e noia.
                 
                 
                 

                92
                 

                Giona
                 
                 

                Appoggiato alla mia malinconia
                A caso pescavo tra ricordi sfocati
                Scarpe vecchie e piccoli pesciolini

                Sinchè non ne abbocco uno ch'era una balena.
                 
                 
                 

                93
                 

                Reiterato strazio
                 
                 

                Zampilla da lontani ricordi
                Il fuoco crudele della passione

                Nella carne consunta reiterato strazio.
                 
                 
                 

                94
                 

                Bionda chioma
                 
                 

                Disperde dalle palpebre il sonno
                L'agitarsi di una bionda chioma.
                 
                 
                 

                95
                 

                Rubesto
                 
                 

                Sogno rubesto
                Sonante di zoccoli

                Il suo urlo spaventa la notte.
                 
                 
                 

                96
                 

                Indifferente e sorniona
                 
                 

                Coda di gatto
                Zampe di gatto
                Baffi di gatto
                Unghie di gatto
                Agilità di gatto
                Fusa di gatto
                Crudeltà di gatto

                Tu giochi col mio cuore
                Sperduto topolino.
                 
                 
                 

                97
                 

                Epitaffio
                 
                 

                Non fu mia colpa, certo fu sventura
                Sperar dolcezza da chi non ne aveva.
                 
                 
                 

                98
                 

                Alla bella crudele
                 
                 

                Ti parlerò d'amore così dolcemente
                Che il tuo cuore che mai seppe amare
                Saprà cos'e la gioia, cos'e il dolore.
                 
                 
                 

                99
                 

                Respiro
                 
                 

                Si frangono rumorose le onde
                A pieni polmoni respiro
                L'azzurro terso del cielo.
                 
                 
                 

                100
                 

                Fresca preghiera
                 
                 

                Negli occhi dischiusi
                Come fresca preghiera
                A sorsi si versa la sera.
                 
                 
                 

                101
                 

                Viaggio
                 
                 

                Lentamente declina il sole
                Più sordamente ansita il mare

                Nel cielo la mia anima
                Continua il suo viaggio.
                 
                 
                 

                102
                 

                Gabbiani
                 
                 

                Sfrangiate ale di spuma danzano
                Su di un mare di persa noia.

                E nell'urlo dei gabbiani il cuore s'impaura.
                 
                 
                 

                103
                 

                Sciabordio
                 
                 

                Nel notturno silenzio
                Lenti sciabordano i pensieri
                Al ritmo sordo dei remi.
                 
                 
                 

                104
                 

                Ignoto
                 
                 

                Sulle recline palpebre cupa distilla
                L'acqua dell'oblioso abbandono.

                Quale remoto sogno mi tenta?
                 
                 
                 

                105
                 

                Preghiera
                 
                 

                Dolci occhi ambrati, che assorti
                Guardate la vita passare

                Ve ne prego, tornate al sorriso.
                 
                 
                 

                106
                 

                Pallida ombra
                 
                 

                Occhi assorti, liquidi abissi
                Ove rinserrata nel cupo fondo
                Danza la pallida ombra di un sogno.
                 
                 
                 

                107
                 

                Esiliata
                 
                 

                Esiliata nel tuo cuore prezioso
                Sugli occhi hai un velo

                Per non vedere lo spegnersi
                Delle tue vane speranze.
                 
                 
                 

                108
                 

                Dialogo fra sordi
                 
                 

                Queste poesie son vere
                Così il mio penare.

                Perchè mi dici che son fole
                Legate al mio sognare?

                Tutta la vita ad occhi aperti
                Ho atteso il sogno più fermo.

                E non venirmi a dire
                Che nell'attesa si muore

                Se tu che non attendi nulla
                Sei già a te stesso spettro.
                 
                 
                 

                109
                 

                Ai critici
                 
                 

                Sanguinava il mio cuore a pezzettini
                Gatti spelacchiati lo annusavano indifferenti
                Poi, visto che non era nè trippa nè polmone
                Lo hanno gettato nella spazzatura.
                 
                 
                 

                110
                 

                Poesia definitiva
                 
                 

                Nella gabbia dorata del tuo cuore
                Non ho più voce per cantare

                Uccellino stordito dal troppo amore.


                nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn


 
Poesie 1
Poesie 2
Poesie 3
Lonfate
Nuove&Ritrovate
MENU POESIE




This page and all contents are Copyright ©